Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
In Italy Today - Guida d'Italia
In Italy Today.com
In Italy Today.com
Regioni
Città d'Arte
Parchi
Isole
Borghi Storici
Mare


Torino Piemonte

Torino

Torino č una città storica del Piemonte.

-

Storia di Torino

.

Visita di Torino

Torino, uno dei vertici del mondo industriale italiano e capitale dell’automobile, nasce come antica colonia romana con il nome di Augusta Taurinorum ed assunse importanza a partire dal XIII sec. quando grazie al potere dei Savoia venne un po’ alla volta ingrandita fino a diventare la capitale del loro regno nel XVI sec.
La trasformazione della città ebbe poi altre fasi importanti: nel 1500, nel 1600 con la presenza dell’architetto Guarino Guarini e poi nel 1700 con lo Iuvarra. Il momento storico più importante di Torino va dal 1861 al 1865 quando svolse il ruolo di prima capitale dell’Italia unita.

L’ambiente urbano è assai diverso rispetto a quello delle altre città italiane in quanto caratterizzato, per volontà dei Savoia, da un aspetto francese piuttosto severo: larghe vie che si incontrano ad angolo retto – la più importane è la centrale via Roma – e piazze spaziose dalla geometria regolare – tra le quali ricordiamo piazza Castello e piazza Carlo Felice.

Torino ha una vita culturale molto attiva: vi sono case editrici, c’è la sede di uno dei principali quotidiani italiani, sedi di prestigio per studi scientifici e tecnici – il Politecnico e l’Università.
Come sedi espositive la più famosa è sicuramente il Museo Egizio – il terzo più importante al mondo – ma vanno ricordati anche la Galleria Sabauda, la Galleria d’Arte Moderna e, di recente fondazione, la Pinacoteca Agnelli al Lingotto – l’antica sede in via Nizza a automobilistica FIAT, che risale agli anni ’20 e che destò l’ammirazione di LeCorbusier – e il Museo del Cinema allestito in modo fascinoso all’interno di uno dei simboli della città: la famosissima Mole Antonelliana alta 167 metri, progettata dall’architetto Antonelli nel 1863 come sinagoga della città.

Un itinerario architettonico attraverso Torino deve prendere in considerazione la centralissima Piazza Castello su cui si affaccia Palazzo Madama che risale al XVII sec. – il curioso nome deriva dal fatto che fu la dimora di Madame Reale Maria Cristina, reggente di Carlo Emanuele II di Savoia – ma la cui facciata barocca è del 1721 ad opera di Filippo Iuvarra.
Sulla piazza si affaccia anche il Teatro Regio con facciata settecentesca ma con un interno modernissimo del 1973; da Piazza Castello si passa alla contigua Piazza Reale e al Duomo a cui è annessa la famosissima Cappella della Sacra Sindone – una creazione di Guarino Guarini edificata fra il 1668 e il 94 ed ora sottoposta ad un meticoloso processo di ricostruzione a seguito di un rovinoso incendio – nel cui interno è conservata appunto la Sindone, considerata una delle più importanti reliquie della cristianità.
Notevole è anche la prospettiva architettonica di via Roma con le chiese “gemelle” di S. Carlo e S. Cristina a chiudere la scenografica prospettiva: lungo il percorso, su Piazza S. Carlo si affaccia il Palazzo dell’Accademia delle Scienze che ospita il già citato Museo Egizio e la Galleria Sabauda – con quadri di Beato Angelico, Bronzino, Mantegna, Veronese, Tintoretto, Gentileschi, Carracci, Reni e Tiepolo fra gli altri.

Torino è famosa anche per i suoi tipici “caffè” e per i ristoranti di alto livello che si possono trovare lungo le strade porticate: frequentarli significa entrare a far parte di una delle grandi tradizioni cittadine.

E Torino è anche la città dei giardini e delle acque: è attraversata dal Po sulle cui rive si affaccia il magnifico Parco del Valentino sistemato nel 1830 al cui interno si trova una vera e propria antologia di architetture infatti ci sono il Castello del Valentino del 1630, la ricostruzione di un Borgo Medievale e il moderno Palazzo Torino Esposizioni.

Una citazione speciale va fatta per i dintorni di Torino, ricchi di opere artistiche e architettoniche a cominciare dalla Basilica di Superga che, a 10 km dal centro, domina la città dall’alto di una collina: la costruì Iuvarra nel 1731 in seguito ad un voto di Vittorio Amedeo II.

Un altro gioiello architettonico, sempre all’esterno della città, è la Villa Reale di Stupinigi anch’essa dello Iuvarra, progettata nel 1730 quale sontuoso casino di caccia per la famiglia regnante.

Un’ultima tappa, questa volta per gli appassionati di arte contemporanea di tipo concettuale: presso il Castello di Rivoli – a 13 km dalla città – c’è la sede di un’importante museo con sede per esposizioni che negli anni recenti è diventato uno dei poli europei per tutte le espressioni dell’arte più attuale.

Monumenti di Torino

-

Musei di Torino

-

Eventi a Torino

-

Contatti



In Italy Today è aggiornato ogni giorno

© In Italy Today
Tutti i diritti riservati