In Italy Today - Guida d'Italia
In Italy Today.com
In Italy Today.com
Regioni
Città d'Arte
Parchi
Isole
Borghi Storici
Mare




Grado, Friuli Venezia Giulia

Grado

Grado č una città storica del Friuli Venezia Giulia.

Immersa nella bellezza suggestiva dei Colli Orientali della regione, la città di Cividale del Friuli è ricca di testimonianze storico-artistiche del suo prestigioso passato.

Storia di Grado

Fu antica colonia romana fondata da Giulio Cesare nel 50 a.C. con il nome di Forum Julii anche se ritrovamenti archeologici ne attestano i preesistenti insediamenti paleoveneto e celtico.

Nel VI sec. divenne capitale del primo ducato longobardo in Italia. In monumenti di importanza unica tra cui l'Ara di Ratchis e il Battistero di Callisto - i capolavori più noti dell'arte longobarda in Italia - e il Tempietto Longobardo Cividale custodisce le memorie di un'epoca oscura.

La dominazione longobarda lasciò segni profondi nella storia di tutta la regione e il suo centro più importante diede il nome all'intero territorio: Forum Julii, Friûl, Friuli.

Sotto il dominio dei Franchi cambiò il nome in Civitas Austriae, da cui l'attuale nome della città. Fu sede del Patriarcato del Friuli e rimase un vivace centro culturale durante tutto il Medioevo.

Visita di Grado

Un itinerario per Cividale può partire dal Duomo: l'attuale edificio (sec. XVI) è il risultato di una contaminazione tra gotico-veneziano e rinascimento. All'interno: la Pala d’argento di Pellegrino II, capolavoro dell’arte orafa medioevale, tele di Palma il Giovane e il crocifisso ligneo del duecento. Da qui si accede al Museo Cristiano che ospita l'Ara di Ratchis, altare in pietra carsica decorato da bassorilievi con figure religiose di particolare potere evocativo, e il Battistero di Callisto.

Vicino al Duomo si trovano il suggestivo Ponte del Diavolo (l'originale costruito nel XV sec fu distrutto e ricostruito in seguito alla Prima Guerra Mondiale; lungo 50 m, alto 22 m; due monumentali arcate) sul Natisone e l'Ipogeo Celtico, ambiente sotterraneo scavato nella roccia - probabilmente una camera funeraria celtica.

Passeggiando lungo la stretta via Monastero Maggiore, per la zona più suggestiva di Cividale tra le costruzioni medievali, raggiungiamo il Tempietto Longobardo: è il complesso monumentale più interessante di Cividale e dell'Altomedioevo occidentale; nonostante il nome sono incerte la datazione, la funzione e l'attribuzione stilistitica. Straordinaria la fastosa decorazione a stucco della parete d'ingresso (sec. VIII).
In Piazza Duomo, nel seicentesco Palazzo dei Provveditori si trova il Museo Archeologico Nazionale di Cividale che ospita l'importante collezione di reperti longobardi.

Folklore a Cividale del Friuli: nel Duomo si celebra il giorno dell'Epifania la Messa dello Spadone, rievocazione storica dell'investitura del Patriarca da parte dell'Imperatore come signore feudale del Friuli. Dopo la messa, il suggestivo corteo in costumi storici medievali con musiche dell'epoca. Nel mese di Agosto, si tiene la manifestazione del Palio di San Donato, rievocazione storica di secolare tradizione.

Monumenti di Grado

-

Musei di Grado

Basilica di Sant'Eufemia. Tesoro e Lapidario del Duomo:
dopo l'invasione longobarda del Friuli la sede vescovile di Aquileia si trasferì a Grado nella Basilica di Sant'Eufemia in Campo dei Patriarchi. Dall'interno della Basilica si accede al Mausoleo che ospita il Tesoro del Duomo, reliquari paleocristiani e medievali e preziose oreficerie antiche. Il Lapidario espone sculture ed epigrafi di età romana, paleocristiana e medievale.

Museo Nazionale di Archeologia Subacquea:
di prossima apertura, ha sede in un edificio contemporaneo affacciato sul mare. L'esposizione ricostruisce attraverso reperti archeologici, modelli in scala e percorsi multimediali, l'attività di Grado - Gradus cioè scalo - come porto dell'importante città romana di Aquileia. In esposizione, lo straordinario reperto archeologico della nave romana Julia Felix rinvenuto al largo dellà città .

Eventi a Grado

-

Contatti



In Italy Today è aggiornato ogni giorno

© In Italy Today
Tutti i diritti riservati