In Italy Today - Guida d'Italia
In Italy Today.com
In Italy Today.com
Regioni
Città d'Arte
Parchi
Isole
Borghi Storici
Mare




Caccuri Calabria

Caccuri

Caccuri è un borgo storico della Calabria.

Centro delle Presila in provincia di Crotone, Caccuri si erge sulla sommità di un rilievo posto tra il Lepre ed il Lese, due affluenti del fiume Neto.

Storia di Caccuri

Caccuri nacque in epoca bizantina (VI sec. d.C.) su un territorio che fu comunque abitato fin dal Paleolitico, come dimostrano le frequenti grotte nelle vicinanze, e durante il Neolitico (sepolcreto di Pantane).
Certamente nacque come postazione di difesa in cima al colle dove oggi si erge il Castello.

Deriva infatti il suo nome dal greco cacumen, che significa vetta.

Poco dopo la sua fondazione arrivarono i monaci basiliani (VIII sec.) che costruirono tre monasteri posti sotto la guida del vescovo di Cerenza (XI sec.).

Nel XIII secolo, dopo il conflitto tra Francesi ed Aragonesi passato alla storia col nome di Vespri Siciliani, il feudo di Caccuri andò ai messinesi Enrico e Matteo De Riso e quindi ai loro legittimi eredi.

Nel Trecento il feudo passò ai Ruffo e, per via matrimoniale, a Francesco Sforza il quale il 3 ottobre 1418 sposò l'ultima erede dei Ruffo, Polissena.

A Caccuri nacque Cicco Simonetta che divenne in seguito un potente segretario degli Sforza a Milano e venne per questo fatto assassinare da Lodovico Il Moro (1480).

Seguirono gli Spinelli (XV sec.) ed i Cimino (XVI sec.) i quali per debiti misero all'asta il feudo di Caccuri che venne acquistato dalla famiglia Cavalcanti (1651). Questi restaurarono il castello e ressero il potere fino all'Ottocento quando l'ultima erede sposò il Marchese Ceva Grimaldi, ricco mercante di Genova.

In epoca borbonica il feudo venne venduto dalla duchessa Rachele al barone Barracco per 52.816 ducati (1830), la cui famiglia fece costruire la caratteristica torre serbatoio (1885).

Visita di Caccuri

Domina l'antico borgo medievale di Caccuri il suo Castello, molto rimaneggiato a partire dal XVI secolo, visitabile alcuni giorni della settimana su prenotazione.

Importante in paese la Chiesa della Riforma per le opere contenute e S. Maria del Soccorso, con campanile quattrocentesco.

Tanti i luoghi d'interesse attorno a Caccuri: le chiese di S. Vito e S. Chierico, i villaggi abbandonati di Fantino e Carelli, i resti dell'Abbazia di S. Maria Nova.

Possibili molte escursioni naturalistiche nel Parco Nazionale della Sila, al Lago Ampollino, alle sorgenti minerali di Caviglia e Lepre.

Monumenti di Caccuri

- Castello medievale
- Chiesa di Santa Maria delle Grazie (XV sec.)
- Chiesa di S. Maria del Soccorso (XV sec.)
- Chiesa della Riforma
- Casa dei Simonetta
- Santuario di San Rocco
- Fontana Canalaci
- Ponte delle Monache
- Chiesa di San Chierico
- Chiesa di San Vito
- Timpa dei Santi
- Visita ai villaggi di Fantino e Carelli
- Sorgente dell'Acqua della Lepre
- Sorgente dell'Acqua della Caviglia
- Resti dell'Abbazia basiliana di S. Maria Nova
- Lago Ampollino
- Parco Nazionale della Sila

Musei di Caccuri

- Centro Museale del Castello

Eventi di Caccuri

- Carnevale
- Festa di san Rocco
Contatti



In Italy Today è aggiornato ogni giorno

© In Italy Today
Tutti i diritti riservati