In Italy Today - Guida d'Italia
In Italy Today.com
In Italy Today.com
Regioni
Città d'Arte
Parchi
Isole
Borghi Storici
Mare




Strongoli Calabria

Strongoli

Strongoli è un borgo storico della Calabria.

Erede dell'antica Petelia, Strongoli sorge affacciata sulla Valle del Neto non lontano da Crotone e dalle coste joniche della Calabria.

Storia di Strongoli

La leggenda la vuola fondata da Filottete (XII sec. a.C.), mitico guerriero greco assediatore di Troia e compagno d'armi di Ercole.

Di sicuro, come riferisce lo storico romano Strabone (I sec. d.C.), Petelia fu centro dei Lucani, entrò nell'orbita della potente Crotone (IV sec. a.C.) e venne presa dai Bretti (III sec. a.C.), pastori un tempo schiavi dei Lucani, che la fortificarono.
In seguito alle Guerre di Pirro (280-275 a.C.), che videro i Bretti suoi alleati, entrò nell'orbita di Roma divenendo una città confederata e dimostrando più tardi la sua fedeltà resistendo ad un lungo assedio dei Cartaginesi (208 a.C.), aiutati dai Bretti che una volta espugnata la governarono nuovamente.

Tornata nuovamente a Roma dopo la fine del conflitto con i Cartaginesi (Battaglia di Zama, 18 ottobre 202 a.C.), Petelia venne premiata per la sua fedeltà alla Repubblica ricevendo il titolo di Città e la possibilità di coniare moneta propria.

Il centro in epoca imperiale perse d'importanza e, solo in seguito alle guerra greco-gotica (535-553 d.C.) combattuta da Ostrogoti e Bizantini, acquisì nuovamente importanza quando l'imperatore Giustiniano (VI sec.) decise l'edificazione di un Castello circolare (Strongylos) in cima all'acropoli.

Nell'Alto Medioevo (X sec.) il centro venne assediato e preso dai Saraceni che la governarono per alcuni anni fino alla riconquista bizantina.

Il nuovo centro conobbe la dominazione dei Normanni (1080-1194) e degli Svevi (1194-1269) prima di passare agli Angioini (1269) cotto quali venne affidata ai Sanseverino (1349) che la governarono fino al 1390, quando passò al marchese Nicolò Ruffo di Crotone.
Nel XV secolo Strongoli tornò ad essere amministrata dalla famiglia Sanseverino fino a quando venne acquistata da Giovan Battista Campitello per 70.000 ducati (1605).
Ai Campitelli succedettero i Pignatelli (1767) fino alla fine della feudalità (1806). Durante lo scontro tra Francesi e Borboni Strongoli rimase fedele ai secondi e per questo fu assediata e saccheggiata dai Francesi (1806).

Visita di Strongoli

Domina il paese il Castello fondato nel 550 e distrutto all'epoca delle incursioni dei Saraceni (IX sec.). Venne ricostruito dai Normanni (XI sec.) e presenta aggiunte sveve (XIII sec.). Da qui si può ammirare un bel panorama sulla Valle del Neto.

Nella parte antica ed elevata di Strongoli è visitabile la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo (XVI sec.) che conserva il suo impianto romanico e tele del '700 al suo interno.

Nelle vicinanze la Chiesa di S. Maria delle Grazie (1496-98), restaurata di recente (2004) presenta una facciata neoclassica che ingloba il corpo del campanile a sinistra.

Completa la visita agli edifici di culto la Chiesa di S. Maria della Sanità, con fabbrica seicentesca sorta su un preesistente ospedale.

Monumenti di Strongoli

- Castello
- Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo (XVI sec.)
- Chiesa di Santa Maria delle Grazie
- Chiesa S. Maria della Sanità detta dell’Ospedale (1618)
- Chiesa del già convento dei Francescani
- Resti del Convento dei Capuccini
- Sepolcri di età imperiale (I e II sec. d.C.)
- Pietra del Tesauro o sepolcro di Marcello
- Pietra della battaglia
- Torre dell'orologio
- Palazzo Giunti
- Santuario della Beata Vergine Maria di Vergadoro
- Vallata del Fiume Neto

Musei di Strongoli

-

Eventi di Strongoli

- Sagra delle Frittule
- Sagra della capra bollita
Contatti



In Italy Today è aggiornato ogni giorno

© In Italy Today
Tutti i diritti riservati